Eolo, Rivista online (Italia), .h.g.

La compagnia svizzera Trickster, continuando le sue utopie teatrali, spettacoli che si caratterizzano per un uso dello spazio reinventato e ricomposto emozionalmente, sceglie di misurarsi con Hänsel e Gretel e in .h.g., installazione in 9 stanze, un prologo e un epilogo rielabora la famosa fiaba dei Grimm creando un percorso dove teatro e arti visive si fondono in modo assolutamente congruo e pregnante. Il vero e proprio “sentiero emozionale” si articola lungo 9 differenti spazi fisico-sensoriali, esplorati dallo spettatore munito di auricolari che attraverso un sofisticato e suggestivo tappeto sonoro non solo indicano la strada, ma suggeriscono ricordi, paure, turbamenti e tenerezze. […] E’ un percorso fatto di suoni e di silenzi ma tutti i sensi partecipano a questo gioco dell’immaginazione in un’esperienza estetica e sensoriale ed emotiva, feroce e lieve come la fiaba ed insieme la vita lo sono. In tempi che non concedono nulla all’azzardo e alla sperimentazione Cristina Galbiati e Ilija Luginbühl hanno congeniato un’opera complessa di originale e di affascinante coinvolgimento con cui il teatro italiano dovrebbe imparare a misurarsi.

Su questa pagina potete scaricare le immagini ad alta risoluzione il cui utilizzo è gratuito per la stampa.
Vi saremmo grati qualora voleste menzionare il nome dell’autore che è riportato nel titolo di ogni singola immagine. Per altri utilizzi si prega di contattare Trickster-p.