Azione (Svizzera), .h.g.

[…] Galbiati e Luginbühl rivisitano la fiaba come un viaggio intimo dove lo spettatore, giovane o adulto che sia, si ritrova a percorrere la via indicata dalla voce in cuffia solo con se stesso, coi propri fantasmi e la propria fantasia. Le stanze che deve percorrere sono spoglie, alcune buie, profumano di legno. Al loro interno poche tracce, segni di un turbamento interiore o, più semplicemente, indizi per riannodare i fili della narrazione. Sono stanze dove l’estetica si unisce al sensoriale. Ma anche luoghi dove l’estasi incontra la paura. Dove, per un istante, anche noi abbiamo fatto un salto indietro nel tempo, ripensando a quella fiaba, alla prima volta che ce l’hanno letta o raccontata. Ecco. Il pregio di .h.g. sta sostanzialmente nell’aver usato dei registri semplici, senza presunzione, con l’unico obiettivo di affascinare attraverso una sintesi del racconto con il “profumo dei suoni” e il loro potere evocativo. Beh, troviamo che il progetto sia pienamente riuscito. Bravi.

portrait
Casa del tabacco

Situata nel borgo di Novazzano, a pochi chilometri dal confine italo-svizzero, la casa del tabacco è uno spazio dedicato all’investigazione e alla sperimentazione. La sua vocazione è quella di accogliere progettualità in divenire in cui la commistione di linguaggi e strumenti espressivi differenti siano nuclei fondanti e fondamentali.
L’antico edificio a forma di L era un tempo una casa contadina che aveva originariamente il locale cucina, le stalle ed i locali ripostiglio al piano terreno direttamente accessibili dalla corte ove di essiccava il tabacco, mentre al primo piano – con accesso da scala esterna – si affacciavano le camere, servite dal loggiato, ed il fienile.
Attualmente, in seguito alle numerose ristrutturazioni avvenute nel corso degli anni, oltre alla parte abitativa e agli spazi deposito, la casa del tabacco è costituita da:

  • Una sala di lavoro di circa 80 mt2
  • Uno studio/residenza per l’ospitalità di artisti
  • Un ufficio

Sede permanente di Trickster-p, la casa del tabacco è uno spazio inteso nella sua accezione più ampia di spazio fisico e contenitore di idee ed è concepito come possibilità di residenza temporanea per pratiche artistiche orientate alla sperimentazione di linguaggi.