Il Corriere del Ticino (Svizzera), Nettles

[…] Nettles unisce in maniera armoniosa e sorprendente un discorso sull’infanzia e sulla memoria ad una riflessione sulla morte e sulla sua quasi completa “assenza” nella società contemporanea. Al di là dell’aspetto drammaturgico Nettles è però anche e soprattutto una “macchina” che deve funzionare alla perfezione in ogni suo dettaglio tecnico e tecnologico per far sì che lo spettatore possa vivere nel migliore dei modi questa esperienza unica. Sotto questo punto di vista colpisce in particolar modo l’astrattezza, o forse meglio la nitidezza, delle varie ambientazioni che suggeriscono rimandi mai espliciti al testo lasciando così a ciascuno la possibilità di dar vita alle proprie immagini mentali. Luci, scenografie, colori, tessuti, profumi costituiscono una dimensione essenziale dell’esperienza, al pari dello spazio sonoro occupato con maestria dalla “musica che non suona come musica”.
Nettles costitiuisce dunque un ulteriore capitolo, perfettamente riuscito, nell’originalissimo percorso di Trickster-p, compagnia ormai inserita in maniera stabile nella rete internazionale del teatro contemporaneo, di cui ha saputo cogliere le caratteristiche peculiari mantenendo però al centro del discorso una dimensione personale ed affettiva più forte di quella di qualsiasi apparato tecnologico.

portrait
Biografica artistica

2018
Nettles (2018 – …)
Concetto e realizzazione: Cristina Galbiati & Ilija Luginbühl
Dramaturg: Simona Gonella
Collaborazione artistica: Yves Regenass, Mamoru Iriguchi
Spazio sonoro: Zeno Gabaglio
Editing and mixing: Lara Persia – Lemura Recording Studio
Realizzazione spazi: F.M. Scenografie srl (Buccinasco)
Consulenza informatica: Roberto Mucchiut
Produzione: Trickster-p / LuganoInScena
In co-produzione con Teatro Sociale Bellinzona / Theater Chur / ROXY Birsfelden / TAK Theater Liechtenstein /FOG Triennale Milano Performing Arts
Numero repliche ad oggi: 7 (Svizzera)
Lingue: inglese, italiano

 

2018-2020
Trickster-p è compagnia residente al LAC – LuganoInScena, Lugano

 

2017
Selezionato da Erbprozent Kultur per il progetto «Raum und Zeit»

 

2017
Trickster-p viene insignito del Premio svizzero del teatro 2017 con la seguente motivazione:
«Interpretazioni spaziali precise e dettagliate, panorami sonori tridimensionali e una tecnica narrativa complessa e non lineare: l’esperienza che si vive durante una rappresentazione di Trickster-p è intensa e coinvolgente. Spinti da una curiosità implacabile e da un perfezionismo estetico assoluto, Cristina Galbiati e Ilija Luginbühl, sono riusciti a sviluppare una forma artistica inedita (…)»

 

2017
Re-position your practice
Residenza tematica presso Arc Artist Residency
Romainmotier (CH) (24 – 30 aprile 2017)

 

2016
Twilight (2016 – …)
Coreografia per la luce che muore
Concetto e realizzazione: Cristina Galbiati & Ilija Luginbühl
Dramaturg: Simona Gonella Interactive light design: Paolo Solcia
Spazio sonoro: Luis Fernandez Diaz
Collaborazione all’elaborazione del concetto: Joke Laureyns, Kwint Manshoven
Co-produzione: Trickster-p / LuganoInScena / Teatro Sociale Bellinzona / Theater Chur / ROXY Birsfelden / TAK Theater Liechtenstein – Schaan
Numero repliche ad oggi: 57 (Iran, Italia, Liechtenstein, Spagna, Svizzera)
Lingue: senza parole
Selezionato per l’Incontro svizzero dei teatri 2017

 

2015
Residenza in Cina nell’ambito del progetto Artist in Residence promosso da Pro Helvetia
Shanghai (19 luglio – 9 agosto 2015)

 

2014
Sights (2014 -…)
Installazione urbana
Concetto e realizzazione: Cristina Galbiati & Ilija Luginbühl
Collaborazione artistica: Riccardo Fazi, Claudia Sorace (Muta Imago)
Design, mapper e concetto grafico: CCRZ
Supervisione all’editing: LaraPersia
Produzione dispositivi audio: D’Uva Workshop
Co-produzione: Trickster-p / Teatro Sociale Bellinzona / Area Turismo ed Eventi – Città di Lugano / Theater Chur / Auawirleben Theaterfestival Bern / far° festival des arts vivants – Nyon / TAK Theater Liechtenstein – Schaan

 

2012
B (2012 – …)
Percorso sonoro a stanze attorno alla fiaba di Biancaneve
Concetto e realizzazione: Cristina Galbiati & Ilija Luginbühl
Dramaturg: Simona Gonella
Design: Mike Brookes, Trickster-p
Spazio sonoro: Luis Fernandez, Trickster-p
Musica originale: Luis Fernandez
Editing: Davide Perucconi
Co-produzione: Trickster-p / Migros-Kulturprozent / Teatro Sociale Bellinzona / Theater Chur / far° festivaldes artes vivants – Nyon / TAK Theater Liechtenstein – Schaan
Numero repliche ad oggi: 68 (Danimarca, Germania, Italia, Liechtenstein, Svizzera)
Lingue: danese, francese, inglese, italiano, romancio, tedesco
Premio della giuria ad augenhauf! festival – Winterthur (2015)

 

2010 – 2011
Sound, matter, materials
Residenza in India nell’ambito del progetto Artist in residence promosso da Pro Helvetia (2 fase)
Bengaluru (19 Novembre 2010 – 19 Febbraio 2011)

 

2009 – 2010
Between tradition and contemporarity
Residenza in India nell’ambito del progetto Artist in residence promosso da Pro Helvetia (1 fase)
Bengaluru / New Delhi (1 dicembre 2009 – 28t febbraio 2010)

 

2009
.h.g. (2009 – …)
Installazione in 9 stanze, un prologo ed un epilogo
Concetto e realizzazione: Cristina Galbiati & Ilija Luginbühl
Collaborazione artistica: Simona Gonella
Realizzazione tecnica spazio sonoro: Area Drama della Radiotelevisione svizzera
Registrazioni: Lara Persia, Angelo Sanvido
Editing and mixing: Lara Persia
Co-produzione: Trickster-p / Cinema Teatro Chiasso / Teatro Pan – Lugano / Teatro Sociale As.Li.Co. – Como
In collaborazione con Radiotelevisione svizzera-Rete Due
Numero repliche ad oggi: 211 (Australia, Austria, Belgio, Canada, Danimarca, Germania, India, Italia, Liechtenstein, Lussemburgo, Olanda, Romania, Russia, Scozia, Spagna, Svizzera, USA)
Lingue: catalano, danese, inglese, francese, italiano, olandese, russo, spagnolo, tedesco
Premio Eolo come miglior spettacolo straniero presentato in Italia (2010)

 

2007
Come una preghiera (2007 – 2009)
Installazione teatrale per 2 attori e 22 spettatori
Una creazione: Trickster Teatro
Regia e drammaturgia: Cristina Galbiati
Con: Cristina Galbiati, Ilija Luginbühl
Voce: Antonio Ballerio
Spazio scenico: Ilija Luginbühl
Spazio sonoro: Lara Persia
Costumi: Maurizio Cristina
Co-produzione: Trickster Teatro / Cinema Teatro Chiasso
In collaborazione con Operaestate Festival Veneto
Numero repliche: 44 (Messico, Italia, Serbia, Svizzera)
Lingue: inglese, italiano

 

2005
La vita: avvertenze e modalità d’uso (2005 – 2007)
Teatro da tavolo nelle abitazioni per un attore e dieci spettatori
Una creazione: Trickster Teatro
Regia e drammaturgia: Cristina Galbiati
Con: Ledwina Costantini / Ilija Luginbühl
Coproduzione: Trickster Teatro / Chiasso, culture in movimento
Numero repliche: 75 (Italia, Svizzera)
Lingue: italiano

 

Ghirigori per il lupo nero (2005 – 2006)
Una creazione: Trickster Teatro
Testo e regia: Cristina Galbiati
Con: Ledwina Costantini, Ilija Luginbühl
Costumi: Maurizio Cristina
Installazione scenica: Trickster Teatro
Numero repliche: 84 (Italia, Svizzera)
Lingue: italiano

 

2004
Rapsodia per giganti (2004 – 2011)
Ovverosia volteggi per trampolieri tra mito e fiaba
Una creazione: Trickster Teatro
Regia e drammaturgia: Cristina Galbiati
Prima versione: Ledwina Costantini, Ilija Luginbühl
Seconda versione: Cristina Galbiati, Ilija Luginbühl
Costumi: Maurizio Cristina
Numero repliche: 211 (Armenia, Belgio, Colombia, Corea, Croazia, Danimarca, Ecuador, Francia, Giappone, India, Italia, Messico, Paesi Bassi, Russia, Serbia, Svizzera, Taiwan, Turchia)
Lingue: senza parole
Grand prix du public al Festival international BD – Sierre (2004)
Prix for the best artistic achievement Festival TIBA – Beograd (2009)

 

La bottega dei ricordi dimenticati (2004)
Testo e regia: Cristina Galbiati
Con: Ledwina Costantini / Ilija Luginbühl
Numero repliche: 23 (Svizzera)
Lingue: italiano

 

Indizi d’umanità
installazione video creata e realizzata da Cristina Galbiati e Mohammed Soudani
Con: Bederya Abdi, Xaawa Axmeda, Claudia Bianchi, Margarita Borla, Verena Burkolter, Marco Capodieci, Amine Khatem, Mohamed Kotti, Helena Mutter, Aaron Pacciorini, Emanuele Parisi, Margherita Schoch, Kirija Shanmugarathinam, Amina Sulser.
16 ottobre – 27 novembre 2005 Biennale dell’immagine, Fabbrica ex Calida – Chiasso

 

2003
Incontri
laboratorio di linguaggi tra teatro e fotografia a cura di Cristina Galbiati e Gianpaolo Minelli
Con: Bederya Abdi, Xaawa Axmeda, Claudia Bianchi, Stefano Bonoli, Margarita Borla, Ledwina Costantini, Nicoletta De Carli, Laura Frigerio, Cinzia Giovanettoni, Mohamed Hidar, Astrit Lula, Marcello Papa, Emanuele Parisi, Sergio Perdonati, Afonso Sebastiaõ, Kirija Shanmugarathinam.
17 ottobre – 23 novembre 2003 “Chiasso, culture in movimento” Atrio della stazione FFS – Chiasso

 

2002
Fondazione a Novazzano de la casa del tabacco, spazio di creazione e ricerca multidisciplinare.

 

Aggiornato il 16 aprile 2018